Trasferimento di residenza

TRASFERIMENTO DI RESIDENZA

 Responsabile del procedimento/provvedimento finale: dott.ssa Amanda Di Meo

 Descrizione del procedimento

Cos’è :

Per trasferimento di residenza si intende il trasferimento della dimora abituale dell’individuo ed eventualmente dell’intera famiglia nell’ambito del territorio del Comune, con provenienza da un altro Comune italiano o dall’estero.

Da mercoledì 9 maggio 2012, entrano in vigore nuove disposizioni in materia anagrafica riguardanti le modalità con cui effettuare le dichiarazioni anagrafiche

A chi è destinato :

Cittadini italiani e/o stranieri.

Come si richiede :

In caso di trasferimento da altro Comune italiano o di reiscrizione da irreperibilità di cittadini italiani è necessario presentarsi allo sportello muniti di documento di riconoscimento valido e compilare la modulistica allegata:

– domanda per l’iscrizione all’anagrafe del Comune di dimora abituale
– modello allegato 1) per i possessori di patente e di veicoli italiani intestati

 In caso di trasferimento dall’estero sia di cittadini italiani che extracomunitari è necessario presentarsi muniti di passaporto valido.

I cittadini extracomunitari devono inoltre presentare permesso di soggiorno valido, ricevuta di rinnovo ovvero altro documento attestante la regolarità del soggiorno. (vedere anche SCHEDA IMMIGRAZIONE: ISCRIZIONE ANAGRAFICA STRANIERI EXTRACOMUNITARI).

In caso di trasferimento dall’estero o da altro Comune italiano o di reiscrizione da irreperibilità di cittadino comunitario è necessario presentarsi muniti di passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio rilasciata dal Paese di origine unitamente alla documentazione attestante il possesso dei requisiti previsti dal D. Lgs. 6 febbraio 2007 n. 30 (vedere anche SCHEDA ATTESTATO DI SOGGIORNO PER CITTADINI COMUNITARI).

In caso di trasferimento di un intero nucleo familiare, la denuncia può essere presentata da uno qualsiasi dei componenti la famiglia, purchè maggiorenne.

Le dichiarazioni relative ai minori devono essere rese da chi ne esercita la potestà o la tutela.
Il denunciante deve sapere indicare i dati anagrafici di tutti componenti il nucleo familiare.
La denuncia del cambio di residenza per coloro che entrano in una convivenza (collegio, convitto, caserma, ecc.), è di competenza del capo-convivenza e non del diretto interessato.
Ogni cittadino maggiorenne può denunciare il cambio di residenza per sè, per gli altri componenti la famiglia anagrafica, per le persone sulle quali esercita la potestà, per le persone sulle quali esercita la tutela.
Per coloro che richiedono l’iscrizione anagrafica in un alloggio in cui risulta già residente un nucleo familiare, all’atto della denuncia è necessaria la firma di un maggiorenne di detto nucleo il quale dichiara di essere informato, unitamente a tutta la famiglia, della suddetta richiesta.
Al momento della richiesta di iscrizione, le persone che non sono legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione o tutela, coabitanti nella stessa unità immobiliare, dovranno dichiarare – su apposito modulo – se intendono:

– costituire un unico nucleo familiare in ragione dell’esistenza di vincoli di parentela, affinità, adozione o vincoli affettivi oppure

– costituire distinti nuclei familiari in ragione dell’assenza di suddetti vincoli.

Spese a carico dell’utente :

Nessuna.

Riferimenti legislativi (Normativa):

L. 24.12.1954 n. 1228; D.P.R. 30.05.1989 n. 223; D. LGS. 25.07.1998 n. 286; D.P.R. 31.08.1999 n. 394

Dove rivolgersi:

Ufficio Anagrafe – via Roma n.16 –

PEC: comunerecale@pec.it
Sig.ra Di Rauso Raffaela: 0823/461020 – fax/461010

Torna all'inizio dei contenuti